Formazioni, Mediazione, Sessioni private

Comunicazione Nonviolenta: il linguaggio rivoluzionario dei bisogni

La Comunicazione Nonviolenta è un mezzo estremamente efficace per trasformare i rapporti con il nostro partner, i nostri figli, i genitori e i colleghi e, innanzitutto, con noi stessi. Apprendiamo una nuova lingua – definita da Marshall Rosenberg come “linguaggio della vita” – che ci permette di comunicare con armonia e autenticità.

Nonostante il nostro desiderio di contribuire al nostro benessere e a quello degli altri, siamo spesso guidati da giudizio, rabbia, colpa e vergogna.

Alla fonte di tutte le nostre azioni ci sono dei bisogni fondamentali di cui siamo raramente consapevoli. I conflitti nascono da tale mancanza di consapevolezza e, di conseguenza, da richieste non chiare. Quando comunichiamo chiaramente i nostri bisogni, la probabilità che altri contribuiscano alla loro realizzazione aumentano notevolmente.

Imparare a riconoscere e ascoltare i bisogni in noi stessi e negli altri è quindi il modo più diretto e sicuro per vivere una vita piena e soddisfatta.

La Comunicazione Nonviolenta ci permette di identificare le storie e le credenze che influenzano profondamente le nostre scelte e il modo in cui interagiamo con gli altri. Riconoscere i bisogni alla base di queste storie rende possibile trasformarle.

Ci permette di divenire consapevoli del potere che abbiamo per soddisfare tali bisogni e, come dice Marshall Rosenberg, rendere la nostra vita meravigliosa.

Creata dallo psicologo Marshall Rosenberg negli anni ’60, la Comunicazione Nonviolenta è oggi diffusa in tutto il mondo nei settori dell’educazione, della formazione, della psicologia, della salute, della mediazione e della risoluzione dei conflitti.

Offro:

  • Formazioni e workshops
  • Sessioni di pratica in gruppo (2.30-4 ore)
  • Conferenze introduttive

Riconnettersi alla sorgente delle nostre scelte e trasformare le proprie relazioni

Alla base di ogni nostra scelta si trovano dei bisogni fondamentali. Essi motivano tutto ciò che facciamo, tutto ciò che diciamo, tutto ciò che pensiamo.

Imparare a riconoscere e a rimanere in contatto con i propri bisogni è quindi essenziale perché le nostre azioni siano efficaci, le nostre scelte significative e le nostre relazioni armoniose.

Perché spesso abbiamo difficoltà ad ascoltare e a connetterci con le nostre emozioni, desideri e bisogni?

Perché le nostre strategie razionali spesso falliscono?

Stiamo soltanto cercando nel posto sbagliato.

Siamo così abituati ad ascoltare i nostri pensieri che prestiamo poca o nessuna attenzione alle nostre intuizioni e alle nostre sensazioni fisiche.

In effetti, i pensieri (giudizi, analisi, confronti) ci allontanano dai nostri bisogni, valori e emozioni e a quelli di altri.

Imparare ad ascoltare le nostre sensazioni fisiche e la nostra intuizione ce ne avvicina trasformando il nostro modo di relazionarci con noi stessi e con gli altri.

Con Giovanna Carrassi – attrice, sceneggiatrice e scrittrice – abbiamo sviluppato un metodo originale che ci permette di sentire e comprendere ciò che è vivo in noi, di tradurlo in parole, in modo da potenziare le nostre scelte e costruire rapporti armoniosi con noi stessi e con gli altri.

Questo metodo integra approcci di comunicazione con approcci creativi e fisici usando tecniche ispirate al teatro, alla scrittura creativa e alla Comunicazione Nonviolenta.

Creata dallo psicologo Marshall Rosenberg negli anni ’60, la Comunicazione Nonviolenta è oggi diffusa in tutto il mondo nei settori dell’educazione, della formazione, della psicologia, della salute e della mediazione. Permette di connettersi ai propri bisogni fondamentali e di andare oltre la rabbia, la colpa e la vergogna.

La scrittura creativa viene usata qui come potente strumento per rivelare il significato e il valore delle nostre esperienze personali, anche quelle più dolorose. Tali esperienze diventano la base su cui, durante il seminario, impareremo a connetterci ai nostri sentimenti e bisogni. Attraverso questo processo svilupperemo empatia e una comprensione più profonda di noi stessi e degli altri. Attraverso il teatro prendiamo consapevolezza del ruolo fondamentale che il nostro corpo ha nel comunicare emozioni e sentimenti.

Offriamo:

  • Workshops
  • Formazioni su misura per aziende/istituzioni/organizzazioni

Andare oltre al compromesso. Creare relazioni autentiche e armoniose dove i bisogni di ognuno sono soddisfatti.

I nostri bisogni e i bisogni degli altri non sono mai in conflitto.

I conflitti nascono tra strategie, i modi che scegliamo per soddisfare i nostri bisogni.

Essere in grado di identificare in noi stessi e nell’altro i bisogni dietro le strategie concrete è la chiave per risolvere qualsiasi conflitto.

Marshall Rosenberg afferma che ogni conflitto può essere risolto in 20 minuti una volta che due persone arrivano a connettersi con i propri bisogni e quelli dell’altro.

Per questa ragione, l’empatia è la chiave.

Il compromesso è una necessità per creare una relazione duratura?

Non paghiamo un prezzo spesso elevato per i compromessi che facciamo?

E se ci fosse un modo molto più soddisfacente, in cui nessun compromesso o sacrificio è richiesto da entrambi?

Aspiriamo a vivere libertà e indipendenza con il nostro partner e allo stesso tempo profonda connessione, intimità e condivisione?

Spesso nelle nostre relazioni viviamo nell’illusione che la responsabilità riposi al 50% su ciascuno. Ciò inevitabilmente provoca una sensazione d’impotenza, spesso associata a rabbia e frustrazione, perché la responsabilità del nostro benessere dipende in parte dal nostro partner. Le aspettative e il risentimento si instaurano nella relazione e la corrodono nonostante l’amore e l’affetto che sentiamo l’uno per l’altro.

Il percorso che propongo permette di scoprire tutte le risorse e il potere che abbiamo per essere felici soddisfacendo i nostri bisogni e contribuendo a quelli degli altri.

Una tale trasformazione non influenza solo le proprie relazioni personali ma ha un impatto profondo su tutta la comunità. Tale presa di consapevolezza ha il potere di trasformare il mondo in cui viviamo.

 

Offro:

  • Mediazioni per copppie (sessioni di 90 minuti)
  • Workshops: Relazioni intime: il potere dell’empatia

Scoprire lo scopo della propria vita ascoltando le proprie voci e storie interiori

Le nostre più grandi sofferenze sono causate dalle storie che ci raccontiamo, dalle nostre credenze, dal modo in cui interpretiamo cosa sta accadendo intorno a noi. Queste storie – che prendono la forma di voci interiori – determinano il modo in cui ci rapportiamo con noi stessi e con gli altri.

Per anni, le mie voci interne hanno profondamente influenzato la mia vita e le mie scelte più importanti.

Le ho spesso chiamate “i miei più potenti nemici “.

Dicevano …

“Non ce la farai mai!”

“Nessuno ti amerà mai! È impossibile che tu trovi qualcuno che sa come realmente capirti, non lo meriti”.

“Sei troppo!” “Non sei abbastanza!”

“Non hai abbastanza competenze, capacità, esperienza per realizzare ciò che vuoi!”

“È normale che tutti ti lasciano!”

Ho trascorso anni preziosi cercando di combatterle, eliminarle, negarle, cambiarle … senza successo …

E se quelle voci divenissero mie amiche? E se invece di cambiarle e negarle, le ascoltassi e capissi cosa stanno cercando – in modo un po’ goffo e impetuoso – di dirmi?

Ho deciso di iniziare ad ascoltarle, come se stessi ascoltando una persona amata che disperatamente cerca di comunicare con me, che è spaventata perché i suoi valori più cari sono a rischio.

Nel momento in cui ho imparato ad ascoltarle, ho trovato il significato, lo scopo e la direzione della mia vita.

Grazie alla mia esperienza personale e al mio lavoro con centinaia di persone ho sviluppato un approccio originale ed efficace.

Attraverso un processo che consiste di tre sessioni individuali imparerete a:

  • riconoscere le vostre storie e voci interne
  • ascoltare e abbracciare i valori e i bisogni che si nascondono dietro di loro
  • individuare le strategie per tali bisogni
  • trasformare le voci “negative” in risorse fondamentali per connettersi con il vostro progetto di vita
  • imparare a parlare con queste voci affinché diventino i vostri migliori amici

Offro:

  • un processo che consiste in 3 sessioni private di 75 minuti (sessioni di skype sono possibili)

Scoprire le preziose lezioni dal passato

Cosa accade dopo la morte?

La risposta a questa domanda fondamentale ha un’influenza profonda sul nostro modo di vivere.

Abbiamo bisogno di credere che abbiamo vissuto altre vite per sperimentare una regressione (processo che ci permette di “ricordare” dei momenti delle nostre vite passate)? No.

Il processo di regressione è molto semplice e sicuro. Sarete accompagnati attraverso uno stato ipnotico molto leggero – corrispondente allo stato in cui ci troviamo quando stiamo guardando un film che ci appassiona – a ricordare momenti che avete vissuto in altre vite o nella vita presente.

Tali ricordi ci aiutano a diventare consapevoli delle “lezioni” apprese in passato che diventano un sostegno importante per comprendere le nostre circostanze attuali. Ci rivelano insegnamenti che aiutano a trasformare tendenze che portiamo con noi, rapporto dopo il rapporto, vita dopo la vita.

Il processo di regressione ci permette di “rivedere” questi momenti senza giudizio, come se fossimo osservatori esterni. Questa mancanza di giudizio permette di ascoltare il messaggio che queste memorie portano con sé più apertamente.

Mi sono formata alla tecnica della regressione con il prof. Brian Weiss, psichiatra e scrittore di fama internazionale, uno dei fondatori dell’approccio alla regressione nelle vite passate.

Ho integrato la tecnica di regressione di Brian Weiss con elementi della Comunicazione Nonviolenta.

Questo approccio originale permette di comprendere ancor più profondamente le emozioni e i bisogni che sono alla base delle nostre esperienze presenti.

Offro:

  • Sessioni private di 90 minuti